packaging design: progettare a cinque sensi

Posted: 23 luglio 2018

L’acquisto di un prodotto nasce nella nostra mente ancora prima di entrare in un luogo di acquisto. Accade infatti che il nostro cervello, in modo inconsapevole, elabori messaggi e impressioni derivanti da uno stimolo o un messaggio che non abbiamo preso in considerazione inizialmente, ma rimasti impressi in noi in modo tanto indelebile da orientare i nostri acquisti. Odori, colori, tatto sono solo alcuni degli elementi fondamentali con i quali scegliamo alcuni prodotti al posto di altri.Tra i cinque sensi quello della vista assume un aspetto fondamentale per la scelta di un prodotto. L’immagine di una confezione è la prima cosa che attira la nostra attenzione.  Uomini e donne sono attratti da colori diversi. I primi sono attratti dalle tinte più accese mentre le seconde prediligono i colori più tenui. Sempre più brand sono particolarmente attenti allo studio delle cromie delle loro confezioni come tecniche di comunicazione persuasiva e per posizionarsi ad un livello superiore rispetto ai propri competitor. Tutto questo non può naturalmente prescindere dalla qualità del prodotto contenuto all’interno. I colori rosso e arancio spesso vengono utilizzati nel food perché sembra aumentino il battito cardiaco, la salivazione e di conseguenza l’appetito. Il rosso è il colore utilizzato dalla Coca-Cola perché infonderebbe energia, passione, forza e attirerebbe immediatamente l’attenzione di chi acquista. Il blu trasmetterebbe invece sensazioni di fiducia e tranquillità ed è il colore usato per le confezioni della pasta Barilla. Il giallo avrebbe la capacità di migliorare l’umore e sarebbe preferito dalle persone golose. Ne sono un esempio i biscotti della Mulino Bianco dove il giallo tenue ricorderebbe la cromaticità del grano e i prodotti della cultura mediterranea. Il verde e il marrone sono utilizzati per i prodotti che rispettano l’ambiente e per i cibi biologici. L’azienda Alce Nero li usa ad esempio per richiamare elementi naturali come la terra. Il rosa e il viola sono spesso associati all’ingenuità e ai sapori gradevoli e delicati e vengono utilizzati per la presentazione dei dolci come per il packaging del cioccolato Milka. Il bianco comunica semplicità e genuinità ed è impiegato per i prodotti dietetici come per alcuni tipi di yogurt. Il nero e l’oro vengono usati sia separatamente per le confezioni più pregiate di caffè e di cioccolato o insieme per indicare i prodotti di qualità DOP-IGP come il prosciutto San Daniele. Interessanti sono anche i contrasti di colore come l’arancio e il blu che stimolerebbero la sensazione della sete. #ivstile: progettare a cinque sensi